Risultati di ricerca: esami

Esami

26 Gen

L’aikido prevede una serie di esami che “certificano” lo studio e l’apprendimento della tecnica. Essendo un’arte marziale tradizionale, senza scopi agonistici o sportivi, non prevede cinture colorate, ma solo la cintura bianca (per gli allievi) e quella nera (dal 1° dan in poi). Gli esami seguono una numerazione lineare decrescente da 6° kyu a 1° kyu e poi dalla cintura nera 1° dan in poi si “sale” in maniera crescente.

Le “cinture colorate” a cui siamo abituati sono un “invenzione” moderna, una sorta di trovata di marketing che aiuta soprattutto noi Occidentali a capire come progredisce l’apprendimento. Ma in realtà tradizionalmente, la cintura serviva solo a mantenere i pantaloni Smile E se diventava nera, era prima di tutto perché si “sporcava” con l’uso ed il tempo…

Ecco una tabella che prova a paragonare il sistema dei “colori” con quello dei kyu:

Cintura Grado
Bianca 6° Kyu
Gialla 5° Kyu
Arancione 4° Kyu
Verde 3° Kyu
Blu 2° Kyu
Marrone 1° Kyu
Nera 1° Dan

 

In ogni caso, al di là della storia e dell’etimologia, i programmi degli esami, ovvero le tecniche richieste e le tempistiche per il passaggio di grado sono dettate dall’AIKIKAI d’Italia.
Qui in basso riportiamo un estratto del programma di esami fino al 1° dan, per maggiori informazioni ecco il link: Aikikai d’Italia: Programma di esami

Nel blog di questo sito inseriamo periodicamente articoli relativi agli esami, con ausilii alla didattica come video, schemi etc. È possibile trovarli cliccando qui oppure cercando “esami” nel campo di ricerca in alto. Chiaramente si tratta solo dei risultati di una ricerca personale per tentare di agevolare la memorizzazione delle svariate tecniche presenti in uno specifico esame; i video in particolare non vanno mai presi alla lettera e non possono in alcun modo sostituire la pratica sul tatami.

PDF stampabile con elenco tecniche di esame

40 ore di allenamento, 4 mesi di esercizio dalla data di iscrizione

Esercizi Preliminari:

Aikitaiso
Ukemi
Taisabaki

Tachiwaza:
– Katatetori Aihanmi Iriminage
– Katatetori Aihanmi Kotegaeshi
– Katatetori Aihanmi Ikkyo omote e ura
– Katatetori Aihanmi Shihonage omote e ura
– Katatetori Aihanmi Uchikaiten Sankyo irimi

40 ore di allenamento, 4 mesi di esercizio dal conseguimento del sesto kyu

Esercizi Preliminari:

Kokyu Ho
Shikko

Tachiwaza:

-Shomenuchi Ikkyo omote ed ura
-Shomenuchi Nikyo omote ed ura
-Shomenuchi Kotegaeshi
-Katatetori Shihonage omote ed ura
-Katatetori Udekimenage irimi e tenkan
-Katatetori Ikkyo omote ed ura
-Katatori Ikkyo omote ed ura

Suwariwaza:

-Shomenuchi Ikkyo omote ed ura
-Katatori Ikkyo omote ed ura
-Ryotetori Kokyu ho

90 ore di allenamento, 6 mesi di esercizio dal conseguimento del quinto kyu

Tachiwaza:

-Katatetori Tenchinage
-Katatetori Nikyo omote ed ura
-Ryotetori Iriminage
-Ryotetori Shihonage omote ed ura
-Ryotetori Tenchinage
-Ryotetori Udekimenage
-Ryotetori Ikkyo omote ed ura
-Ryotetori Kokyunage
-Katateryotetori Kokyunage
-Shomenuchi Sankyo omote ed ura
-Shomenuchi Sankyo uchikaiten
-Yokomenuchi Shihonage omote ed ura
-Yokomenuchi Iriminage
-Yokomenuchi Kotegaeshi
-Yokomenuchi Udekimenage
-Chudantsuki Iriminage
-Chudantsuki Kotegaeshi
-Chudantsuki Udekimenage
-Chudantsuki Uchikaitensankyo
-Jodantsuki Ikkyo omote ed ura

Suwariwaza:

-Shomenuchi Nikyo omote ed ura
-Shomenuchi Iriminage
-Katatori Nikyo omote ed ura

100 ore di allenamento, 6 mesi di esercizio dal conseguimento del quarto kyu

Tachiwaza:

-Katatetori Uchikaitennage
-Katatetori Sankyo omote ed ura
-Katatetori Yonkyo omote ed ura
-Katateryotetori Ikkyo omote ed ura
-Katateryotetori Nikyo
-Katateryotetori Kotegaeshi
-Ryotetori Kotegaeshi
-Ryotetori Kokyunage
-Shomenuchi Yonkyo omote ed ura
-Shomenuchi Gokyo
-Yokomenuchi Ikkyo omote ed ura
-Yokomenuchi Uchikaitensankyo
-Yokomenuchi Tenchinage
-Chudantsuki Sankyo omote ed ura
-Chudantsuki Hijikimeosae
-Chudantsuki Sotokaitennage

Ushirowaza:

-Ryotetori Nikyo omote ed ura
-Ryotetori Ikkyo omote ed ura
-Ryotetori Sankyo omote ed ura
-Ryotetori Hijikimeosae
-Ryotetori Kotegaeshi
-Ryotetori Shihonage
-Ryotetori Iriminage

Suwariwaza:

-Shomenuchi Kotegaeshi
-Shomenuchi Sankyo omote ed ura
-Katatori Nikyo omote ed ura
-Katatori Sankyo omote ed ura

120 ore di allenamento, 8 mesi di esercizio dal conseguimento del terzo kyu

Tachiwaza:

-Shomenuchi Jiyuwaza
-Yokomenuchi Nikyo omote ed ura
-Yokomenuchi Sankyo omote ed ura
-Yokomenuchi Yonkyo omote ed ura
-Yokomenuchi Gokyo
-Katateryotetori Iriminage
-Katatori Menuchi Ikkyo omote ed ura
-Katatori Menuchi Shihonage omote ed ura
-Katatori Menuchi Kotegaeshi
-Katatori Menuchi Iriminage
-Katatori Menuchi Koshinage
-Munetori Ikkyo omote ed ura
-Munetori Sankyo omote ed ura
-Munetori Shihonage
-Jodantsuki Nikyo omote ed ura
-Jodantsuki Sankyo omote ed ura
-Maegeri Iriminage

Ushirowaza:

-Ryokatatori Nikyo omote ed ura
-Ryokatatori Ikkyo omote ed ura
-Ryokatatori Sankyo omote ed ura
-Ryokatatori Iriminage
-Ryokatatori Kotegaeshi
-Ryohijitori Kotegaeshi
-Ryohijitori Iriminage
-Katatetori Kubishime Ikkyo omote ed ura
-Eritori Ikkyo omote ed ura

Suwariwaza:

-Shomenuchi Yonkyo omote ed ura
-Shomenuchi Sotokaitennage
-Ryokatatori Ikkyo omote ed ura
-Chudantsuki Kotegaeshi
-Jodantsuki Ikkyo omote ed ura

150 ore di allenamento, 10 mesi di esercizio dal conseguimento del secondo kyu

Tachiwaza:

-Munetori Menuchi Ikkyo omote ed ura
-Munetori Menuchi Nikyo omote ed ura
-Munetori Menuchi Sankyo omote ed ura
-Munetori Menuchi Koshinage
-Jodantsuki Yonkyo omote ed ura
-Jodantsuki Iriminage
-Jodantsuki Shihonage omote ed ura
-Jodantsuki Sotokaitennage
-Jodantsuki Ushirokiriotoshi
-Jodantsuki Koshinage
-Yokomenuchi Jiyuwaza
-Chudantsuki Jiyuwaza
-Maegeri Jiyuwaza

Ushirowaza:

-Ryotetori Yonkyo omote ed ura
-Ryotetori Kokyunage
-Ryotetori Koshinage
-Katatetori Kubishime Sankyo
-Katatetori Kubishime Hijikimeosae
-Eritori Ikkyo omote ed ura
-Eritori Sankyo omote ed ura
-Eritori Koshinage

Suwariwaza:

-Shomenuchi Jiyuwaza
-Ryokatatori Sankyo omote ed ura
-Ryokatatori Yonkyo omote ed ura
-Katatori Menuchi Iriminage
-Katatori Menuchi Kotegaeshi
-Katatori Menuchi Kokyunage
-Hanmihantachiwaza:
-Katatetori Ikkyo omote ed ura
-Katatetori Shihonage omote ed ura
-Katatetori Uchikaitennage
-Ryotetori Shihonage omote ed ura

.

Shodan

Almeno 200 ore di allenamento, minimo 12 mesi di esercizio dal conseguimento del primo kyu.
L’età minima consentita è di 16 anni.

Parte I:

Durante i raduni ufficiali la Commissione Esaminatrice osserverà coloro che dovranno sostenere l’esame per apprezzare con quale impegno ed efficacia effettuino gli esercizi di respirazione, di seiza e le tecniche.

Parte II:

Esercizi di respirazione

Tecniche di Base:

Tachiwaza
Hanmihantachiwaza
Suwariwaza
Ushirowaza

Variazioni delle tecniche di Base

Tantodori

Forme particolari di attacco e di difesa

.

Vd sito Aikikai

Vd sito Aikikai

° kyu

Aiki-Jo & Jukendo

20 Feb


Durante una lezione di jo, il nostro maestro ha ricordato che O’Sensei inserì molti elementi di baionetta (jukendo) nell’aiki-jo.
Esaminiamo quindi attentamente questo video, riflettendo su ciò che studiamo e studieremo, analizzando i punti in comune e le differenze con il jukendo.

Foto stage Pagano 25 Giugno 2011

5 Lug

Ecco la foto di gruppo finale dello stage del Maestro Pagano tenuto al Kodokan il 25-06-2011 insieme ai Maestri Mascia e Del Mastro  (cliccare per una versione più grande). Chi ci si riconosce? Smile

Appena possibile pubblicheremo le foto degli esami.

L’allegria della pratica

24 Giu

Due video presi dagli esami e dall’embukai (dimostrazione aperta al pubblico) dei corsi per bambini del Maestro Fiordineve Cozzi a Lauria nel 2008.

No comment, basti dire che probabilmente ancora una volta gli adulti hanno tutto da imparare dai bambini! Al di là della bravura tecnica ed acrobatica (rondate, capriole senza mani, salti mortali, verticali, “animali” in coppia etc etc) c’è una cosa che traspare chiaramente: il senso di allegria e leggerezza durante la pratica. E forse è la lezione più grande…

Psicologia dell’Aikido: fare Aikido con Anima

13 Mag

Riporto qui un articolo apparso su Aikido Italia Network per la presentazione del libro dell’avv. Angelo Armano (5° dan Aikikai) dal titolo Psicologia dell’Aikido – Fare Aikido con Anima.

Un libro importante per la biblioteca di ogni dojo e di ogni aikidoka! È possibile comprarlo online su IBS e su Amazon. Buona lettura a tutti!

Di seguito alcuni estratti della presentazione del libro, scritti da Giuseppe Luigi Esposito, psicoterapeuta, e Paolo N. Corallini Shihan (7° dan Aikikai), Direttore Tecnico Takemusu Aikido Association Italy.

“Angelo Armano è persona che ha cercato anima durante tutta la sua vita e che, avendola trovata, sa ora indicare a noi come e dove l’anima si annida, nelle cose, nei gesti, nelle parole, nelle immagini, di chi l’anima ha servito (e in questo caso mi riferisco, da un lato, a O Sensei Ueshiba e ai pochi veri maestri della sua scuola di Aikido e, dall’altro, agli psicoterapeuti che hanno fatto e fanno Anima, come Jung, Hillman, e non molti altri). L’opera di Angelo Armano mira, connettendo gli orizzonti, all’allargamento degli orizzonti stessi, quelli dell’Aikido e quelli della psicologia, dove ai primi viene ri-data, dopo averla inseguita e rintracciata, la sua anima originaria, quella del suo maestro fondatore, e dove nei secondi, quelli della psicologia, viene contemplata non solo la possibilità ma la necessità di far vivere il “corpo-in-azione” e non soltanto il corpo parlato ed immaginato, quel corpo che subisce e che soccombe, proprio perché carente di azione, di azione naturale, ossia dell’azione della natura che lo anima”.
Giuseppe Luigi Esposito

“Viviamo in una società decadente, malata nell’anima; una società dove conta molto più l’apparire che l’Essere. Cosa aspettarsi da un mondo così? Ebbene è il momento di ri-svegliarsi di ascoltare i segni che Madre Natura, la Mater Genitrix, ci invia, silenziosi ma pregnanti, ricchi di presagi e terapie animiche. Basta ascoltarli… volerli ascoltare!
Il patrimonio tecnico dell’Aikido è inestimabile e fa di quest’arte una via che porta all’invincibilità, ma non è tutto qui; O Sensei Morihei Ueshiba ha costruito l’Aikido ricercando e riunendo la migliore tradizione del Budo e della Spiritualità Giapponese, impregnandolo di simbolismo sacro, di alchimia spirituale e di esoterismo.”
“Questa nobile Arte non si lascia facilmente svelare, è la Via Stretta degli Alchimisti; pochi sono i fortunati che ne trovano le chiavi ed Angelo Armano è uno di quei pochi. Conosco bene Angelo, ho avuto la fortuna di incontrarlo sul mio cammino e l’onore di averlo come allievo e fratello, e so con quale e quanta competenza ha indagato nelle profondità spirituali, psicologiche e metafisiche dell’Arte. Il suo è un pregevole lavoro che arricchisce il panorama letterario già vastissimo esistente sull’Aikido, ma è anche un lavoro senza precedenti che esamina con rigore e sensibilità quel lato così poco conosciuto ed al tempo stesso determinante di quest’Arte; il Sé profondo”.
Paolo N. Corallini

Il libro si può comprare online su IBS e su Amazon. Buona lettura a tutti!

Quanto costa praticare aikido?

22 Mar

L’aikido è una disciplina piuttosto economica: ogni mese la retta presso il nostro dojo è di 42€.

Ecco il dettaglio dei costi:

  • 42€/mese -> Quota per la palestra
  • 35€/anno -> Iscrizione+ assicurazione presso la federazione Aikikai. La federazione si occupa di organizzare stage mensili con maestri internazionali, certifica gli esami, organizza attività culturali etc etc
  • 25€ -> Acquisto di un keikogi + cintura (un “kimono” bianco)
  • 5€ -> Un paio di sandali per arrivare al tatami e fare la doccia Smile
  • 25€ -> un set di armi in legno (bastone + spada + coltello); si può comprare anche in un secondo momento

Non ci sono quindi costi per attrezzature particolari o cifre spropositate da spendere: del resto i giapponesi sono famosi per il loro “minimalismo” Smile

Il Kodokan Goshin Jutsu

23 Ago

Salute a tutti voi !!!.
Dopo mesi di assenza come un fulmine a ciel sereno ricompaio per vostra sfortuna a scrivere qui.
Sono stato notevolmente impegnato con gli esami universitari e ora che sono finalmente in vacanza qui a Rossano Calabro (CS) sulle coste del mar Ionio posso deliziarvi con uno dei miei articoli banali.
Oggi vorrei illustrarvi brevemente il Kodokan Goshin Jutsu una sorta di collegamento tra Aikido e Judo.
Molti ormai leggendo la storia di O-Sensei e di come sviluppò l’odierno Aikido, sanno che Jigoro Kano fondatore del Judo inviò alcuni dei suoi migliori allievi a studiare presso Morihei Ueshiba.
Uno di questi fu Kenji Tomiki il quale riuscì ad ottenere l’8° dan di Aikido e anche l’8° dan di Judo.
Successivamete insieme ad un gruppo composto da 25 esperti codificò il Goshin Jutsu il nuovo kata di difesa personale del Judo nel quale è evidente una forte influenza delle tecnche di Aikido.
Il Kodokan impiegò 3 anni per mettere a punto questo kata e nel 1956 lo definì nella sua forma attuale.
Esso è formato da 21 tecniche suddivise in due gruppi:
1° gruppo – Toshu no bu (tecniche senza armi)
2° gruppo – Buki no bu (tecniche con l’uso delle armi).
Il 1° gruppo è composto da 7 prese, 3 attacchi di pugno e 2 di calcio, metre il 2° gruppo è composto da 3 attacchi di pugnale, 3 con il bastone e 3 con la pistola.
Nel primo gruppo inoltre è presente una ulteriore suddivisione in attacchi a distanza ravvicinata e attacchi a lunga distanza.
Guardando questi video possiamo analizzare l’esecuzione di molte tecniche che per noi aikidoka sono pane quotidiano e trovare similitudini anche dove
ci sembrano molto diverse.

I video delle tecniche di 6 kyu

13 Dic

Antonio ha preparato una playlist delle tecniche d’esame per il 6° Kyu AIKIKAI; si tratta di una serie di video presi da Youtube e non sempre di qualità esecutiva paragonabile o particolarmente pregievole, ma sono piuttosto comodi come pro-memoria per i primi esami Wink

Eccola qui di seguito (cliccare sul secondo bottone, a sinistra di play, per visualizzare la lista dei vari filmati oppure posizionare il mouse ai bordi laterali e cliccare sulle frecce per passare da un filmato all’altro!):